È online la call pubblica di partecipazione alla VI edizione di NID (New Italian Dance) Platform, in programma a Salerno per i giorni 16-19 settembre 2021. Dopo essere stata ospitata in Puglia, Toscana, Lombardia, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna, la manifestazione – quest’anno coordinata dal Teatro Pubblico Campano – Circuito Regionale Multidisciplinare – sbarca in Campania, mantenendo però i propri tratti distintivi, ossia la capacità di stimolare un vivo rapporto tra programmazione e produzione coreutica. Elementi – questi – che ne hanno decretato, nelle passate edizioni, il grande successo.
Il progetto nasce nel 2012 dalla collaborazione fra alcune realtà attive a livello nazionale nell’ambito della distribuzione della danza, riunitesi in un raggruppamento temporaneo di operatori (RTO) aderenti ad ADEP (Associazione Danza Esercizio e Promozione, in seno a Federvivo/Agis), del quale fa parte anche Fondazione Piemonte dal Vivo. Sotto l’egida della Direzione Generale Spettacolo del MiBACT e degli enti locali, l’intento di NID è mettere in relazione le diverse compagnie di danza italiane con gli operatori del settore (nazionali e internazionali), al fine di creare un dialogo tra produzione e distribuzione, offrendo visibilità alla qualità artistica della scena nostrana. NID Platform è dunque un format operativo in grado di ampliare e rinnovare l’attuale mercato italiano della danza, favorendo la diffusione e la conoscenza della più rilevante produzione coreografica contemporanea.

Per partecipare alla call, attiva fino al 15 aprile 2021, è necessario produrre l’intera documentazione richiesta dal form online. Per consultare il bando, clicca qui.

Una commissione artistica, composta da giurati nazionali e internazionali selezionerà, tra le candidature pervenute, le migliori compagnie e gli spettacoli più rappresentativi proposti dalle realtà già consolidate e dai coreografi emergenti della scena italiana, per la sezione Programmazione. I migliori progetti coreografici in via di sviluppo e in cerca di partner, coproduzioni e/o residenze andranno invece a comporre la sezione Open Studios. NID Platform 2021, prendendo avvio in questo tempo di emergenza sanitaria che sta fortemente segnando il settore della cultura, si pone come simbolo di fiducia, speranza di rilancio e di ripresa per lo spettacolo dal vivo, a partire dalla sua identità visiva. Importante novità di questa edizione, prevista dal regolamento, la possibilità per le compagnie di candidarsi alla sezione Programmazione anche con uno spettacolo non arrivato al debutto a causa dei DPCM che hanno investito il settore. Importante rilevare anche la collaborazione stabilita tra RTO, Teatro Pubblico Campano e l’Associazione Sistema MED della Campania, con l’obiettivo di preservare, nell’ambito della manifestazione, uno spazio di visibilità per la danza campana: NID Platform 2021 rappresenta pertanto anche un’occasione di promozione e confronto per le produzioni e gli artisti del territorio.