A febbraio torna il progetto onLive di Piemonte dal Vivo, una ricca programmazione di spettacolo dal vivo ibridato con le nuove tecnologie. In cartellone, un focus sulla danza.

Ad “aprire le danze”, il 12 e il 13 febbraio al Museo Borgogna di Vercelli, la performance Coreofonie #LeSacre di EgriBiancoDanza, un percorso itinerante in cui i danzatori della compagnia reagiscono alla destrutturazione elettronica de Le sacre du printemps realizzata dai compositori METS. Sempre domenica 13, all’Opificiodellarte di Biella, Peaceful Places di Margherita Landi e Agnese Lanza, progetto sperimentale che attraverso la realtà virtuale combina dato fisico ed emotivo: il film a 360 gradi è progettato per invitare le persone a muoversi durante la proiezione, partecipando in maniera attiva a un’esperienza collettiva e inclusiva.

Si prosegue con Hydrocosmos, un film di Milad Tangshir con Tecnologia Filosofica. La virtual experience sull’arrivo dell’acqua e sull’emergere della vita cosciente in un angolo remoto dell’universo resta fruibile dal 16 al 21 febbraio negli orari di apertura del Museo del Cinema di Torino. COORPI propone invece al Museo del Paesaggio di Verbania una due giorni (19 e 20 febbraio) di re-FLOW VR, esplorazione del corpo in stato di emergenza, tra il poetico e l’imprevedibile.

Chiude il palinsesto coreografico – dal 25 al 27, al Sacro Monte di Orta San Giulio – Il bosco che non c’è, occasione di ricerca e co-creazione che attraverso il linguaggio della performance e della danza affronta il tema della percezione del mondo naturale. Una produzione CROSS, in collaborazione con NABA, Nuova Accademia di Belle Arti di Milano.

Per scoprire il calendario completo degli appuntamenti di onLive, clicca qui.

Giovedì 10 febbraio, alle ore 11, un webinar organizzato da Piemonte dal Vivo in collaborazione con Digital Hangar nell’ambito di onLive. Al centro dell’incontro, proprio il legame tra danza e digitale, considerato non solo in quanto strumento compositivo, ma come nuovo spazio di creazione, da indagare e abitare.

Intervengono:
Lucia De Rienzo di COORPI / re-FLOW
Stefano Sburlati, Francesca Cinalli e Paolo De Santis / Hydrocosmos;
Elisa Cau e Davide Porta / FASE XL, residenza organizzata da La Mama International/C.U.R.A. ;
Chiara Organtini, project manager di Lavanderia a Vapore, Casa europea della Danza a Collegno (TO).

Modera l’incontro Antonio Pizzo, docente dell’Università degli Studi di Torino: lo studioso inquadrerà dapprima lo stato dell’arte sulla commistione tra danza e digitale, presentando poi diversi case-studies.