Un laboratorio destinato agli over 65 per sperimentare il movimento attraverso l’opera d’arte

A partire dal 16 maggio, presso la Lavanderia a Vapore di Collegno è possibile iscriversi e partecipare al laboratorio danzArTe: un ciclo di 4 incontri di 1ora e 30 minuti legati al movimento e all’interazione con l’opera d’arte dedicato agli over 65 per ritrovare danzando se stessi. La partecipazione al laboratorio è gratuita ed avviene tramite prenotazione obbligatoria. DanzArTe combina l’esercizio fisico alla visione dell’opera d’arte per curare le fragilità, per favorire la crescita delle relazioni e l’organizzazione delle proprie competenze.

I partecipanti attraverso alcuni semplici esercizi corporei e l’ascolto delle connessioni suscitate dalla visione di alcune opere d’arte possono migliorare la percezione del proprio corpo, sia dal punto di vista del movimento che da quello emotivo. Il laboratorio, grazie alla tecnologia messa in campo dall’Università di Genova, risultato di numerosi progetti europei in corso presso Casa Paganini-InfoMus consente di entrare in contatto in modo intenso con il mondo dell’arte in una dimensione inclusiva e riabilitativa, definendo un particolare concetto di salute, globalmente intesa nella relazione tra funzioni fisiche, intellettuali ed emotive della persona.

Il progettoDanzArTe-Emotional Wellbeing Technologyè ideato e realizzato da Casa Paganini-InfoMus Università di Genova in collaborazione con il Dipartimento Cure Geriatriche, Ortogeriatria e Riabilitazione – E.O. Ospedali Galliera di Genova, la Lavanderia a Vapore di Collegno (Torino), la Residenza per anziani Cardinal Minoretti e il Museo Diocesano di Genova.  

DanzArTe è uno dei quattro progetti faro del Cultural Wellbeing LAB di Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito di Wellimpact: il CW LAB intende favorire nel nordovest lo sviluppo di un laboratorio che dia impulso a nuove competenze e progettualità partendo dalla consapevolezza del profondo impatto della cultura sul benessere di persone e comunità, mirando a individuare progetti, luoghi, linguaggi e relazioni culturali come percorso di prevenzione e cura.  

La ricerca scientifica ha raccolto numerose evidenze sull’impatto che la cultura può avere su più dimensioni della salute, in particolar modo sul benessere e sull’inclusione e coesione sociale. La cultura rientra infatti tra quelli che si definiscono i “determinanti individuali e sociali di salute”. Attraverso la cultura e l’arte si può incidere sulla prevenzione, sul trattamento di condizioni critiche e sulla promozione della salute. Piemonte dal Vivo e la Lavanderia a Vapore già da alcuni anni sviluppano progetti che intendono promuovere attraverso le arti performative un cultural welfare inteso sia come orientamento verso modelli di vita sani sia come tutela della salute mentale. 

PER PARTECIPARE

La partecipazione al laboratorio è gratuita. Sono previsti turni mattutini e pomeridiani. È possibile iscriversi entro giovedì 12 maggio. Per iscriversi inviare mail a: tirocinio_lav@piemontedalvivo.it | Per info:  www.lavanderiaavapore.eu