Dal 19 al 26 giugno a Collegno va in scena la prima edizione del festival interamente dedicato alla salute mentale, tra musica, arte, teatro, incontri e workshop.

Una grande festa per celebrare il patrimonio – materiale e immateriale – che la storia ci ha lasciato, un’occasione per condividere in maniera partecipata il desiderio di contribuire a una società più inclusiva e meno stigmatizzante, l’inizio di una contronarrazione sul tema della diversità e del disagio psichico, che toccherà luoghi strategici e simbolici della Città di Collegno.

La Collegno FÒL FEST nasce su impulso della Città di Collegno, del Dipartimento Interaziendale di Salute Mentale dell’ASL TO3 – AOU San Luigi Gonzaga e del Centro Esperto Regionale Servizio IESA ASLTO3, in collaborazione con ARCI Valle Susa Pinerolo, Cooperativa Il Margine e con il supporto di una fitta rete di associazioni, cooperative, enti e istituzioni cittadine e non.

È contemporaneamente – la Collegno FÒL FEST – punto di arrivo e di partenza: un evento di comunità teso a coinvolgere, sensibilizzare ed entusiasmare l’intera cittadinanza. La festa prenderà ufficialmente il via domenica 19 giugno: per scoprire il programma completo delle attività, clicca qui.


All’interno del cartellone della Collegno FÒL FEST si segnalano, in particolare, FUORI, spettacolo teatrale a cura dell’associazione LAB22 onthedancefloor, in scena il 25 giugno alle ore 21 presso la Lavanderia a Vapore di Collegno, e LE SACRE DU PRINTEMPS, un’azione corale dedicata alla Sagra della primavera di Stravinskij, programmata per il 26 giugno ore 19 al Chiostro della Certosa Reale. Sempre fruibile è poi l’installazione olofonica site-specific SQUARE, progettata da Lorenzo Bianchi Hoesch per la Casa della Danza e la sua circostante cornice ambientale.