DARK MATTERS | TALK BODY TO ME

Talk body to me è l’apertura, in forma di conversazione, della ricerca di Giorgia Ohanesian Nardin su Pleasure Body, spazio di indagine teorica/percettiva/somatica sul piacere che l’artista facilita da 7 anni e che sarà ospitato dalla Lavanderia a Vapore dal 26 al 28 Aprile.
Talk body to me parte da alcune delle sue domande centrali: quali sono i modi in cui il corpo interiorizza le forme di oppressione sistemica? In che modo, successivamente, queste forme si traducono in modi di stare nel corpo? E nelle relazioni? E in comunità? Da questo punto di vista, cosa intendiamo quando parliamo di cura? Cosa abbiamo interiorizzato? E come ci liberiamo di quello che abbiamo interiorizzato in modo non consensuale? Come sarebbero le nostre vite, le società, il mondo se si basassero su una matrice di piacere anziché di profitto? Durante la talk attraverseremo queste e altre domande, tentando di rispondere partendo da una percezione sensibile/del corpo.

Giorgia Ohanesian Nardin è un’artista italiana di discendenza armena che pratica nei contesti della danza e della performance dal vivo. Formatasi nella danza, il suo lavoro si manifesta in movimento, video, testo, coreografia, suono, raduni e tratta della relazione tra danza, divinazione e scrittura; della geografia e dell’opposto di appartenere; del fetish per il linguaggio, le sue politiche e i suoi numerosi attriti. Avvia la propria pratica artistica nel 2010 in collaborazione con Marco D’Agostin e Francesca Foscarini, con cui fonda l’Associazione Culturale VAN (2014). Dal 2018 tiene regolarmente Pleasure Body, spazio di facilitazione a pratiche e conversazioni legate al piacere e al riposo, mettendo in discussione il linguaggio attorno al lavoro di cura e ponendosi come spazio di messa in discussione di parole come benessere, salute, guarigione. Pleasure Body è attualmente in tour e viene tenuto in una varietà di contesti, dalle istituzioni culturali agli spazi occupati. Giorgia è stata invitata a tenere Pleasure Body presso l’Università di Harvard, Siobhan Davies Studios, Saison Foundation Tokyo, Short Theatre Roma, Gropius Bau, Sophiensaele. Nel 2020 crea Գիշեր | gisher, lavoro multimediale sulla sua relazione con l’esperienza diasporica. Il lavoro è selezionato per LIFT Concept Touring ed è attualmente in tour. Nel biennio 22-23 il lavoro di Giorgia è prodotto e sostenuto da VIERNULVIER; è inoltre artista selezionata per Breaking the Spell, progetto di ricerca sull’etica della cura e la pratica femminista in contesti di artmaking. Il lavoro di scrittura di Giorgia è stato pubblicato ne L’Ano Solare – a year long programme of sex and self display (Edizioni axis axis), curato da Il Colorificio. Da anni mantiene una pratica di pensiero e scrittura con l’artista con base londinese Jamila Johnson-Small, con cui ha curato una serie di eventi di riflessione e critica sulla relazione tra soggettività subalterne e istituzioni culturali. Il lavoro di Giorgia è prodotto e sostenuto da, tra gli altri: Associazione Culturale VAN, VIERNULVIER, Centrale Fies Art Work Space, AtelierSi, BASE Milano, Lavanderia a Vapore, Milano Mediterranea ميلنو التو ّسطيّة .
  • 00

    giorni

  • 00

    ore

  • 00

    minuti

  • 00

    secondi

Data

23 Feb 2024

Ora

6:00 pm - 7:00 pm
Categoria