Home https://www.lavanderiaavapore.eu/archivio/ SQUARE – Installation Intéractive

SQUARE – Installation Intéractive

di Lorenzo Bianchi Hoesch

L’installazione interattiva del compositore e performer Lorenzo Bianchi Hoesch, già sperimentata a Parigi e a Bolzano, arriva – con una versione dedicata – in Lavanderia. Tra maggio e giugno 2021, una fase di attraversamento e perlustrazione degli spazi un tempo appartenuti al più noto ospedale psichiatrico d’Italia, cui seguirà – con l’inaugurazione della nuova stagione a settembre – il lancio in chiave performativa. L’installazione sarà successivamente fruibile, tramite smartphone, a chiunque desiderasse visitare la Casa della Danza di Collegno.

L’innovazione è per la Lavanderia a Vapore un importante focus di indagine. In virtù di tale vocazione sperimentale, ha trovato qui collocazione ottimale la realizzazione di SQUARE – Installation Intéractive, un’installazione olofonica site-specific che offre alla cittadinanza e al pubblico una visione, o meglio un ascolto peculiare dello spazio esplorato. Il compositore e performer Lorenzo Bianchi Hoesch trascorrerà dieci giorni di residenza a Collegno (nel mese di maggio e di giugno 2021), dedicandosi alla raccolta delle testimonianze sia di quanti in passato hanno vissuto o lavorato negli spazi della Lavanderia sia di coloro che oggi “abitano” questi spazi (artisti, spettatori, cittadini). Una fase, dunque, di ricerca sul campo, cui seguirà la creazione della vera e propria infrastruttura digitale, prodotta nel corso dell’estate presso il Centre Pompidou di Parigi. La presentazione del dispositivo avverrà durante la consueta inaugurazione della stagione di Lavanderia a Vapore, il 25 settembre, accompagnata – per l’occasione – da una performance live coordinata da Michele Di Stefano. L’audio, che tradurrà la diegesi memoriale in un flusso poetico e sonoro altamente contaminato, resterà fruibile anche in futuro, tramite smartphone, ad uso dei visitatori. Un progetto di ampia ricaduta sulla comunità e sul territorio, che mira nel contempo a valorizzare gli spazi dell’ex lavanderia del manicomio di Collegno, accanto al contesto ambientale che le fa da cornice, il Parco della Certosa.
Lorenzo Bianchi Hoesch è compositore e performer, residente a Parigi. Ha ricevuto commissioni da svariate istituzioni internazionali tra cui: Groupe de Recherche Musical (GRM), Biennale di Venezia, Opera di Gothenburg, Ballet National de Marseille, Santarcangelo Festival, Romaeuropa, Aterballetto, suonando in Europa, Giappone, Cina, Indonesia e Stati Uniti. Oltre che con MK, collabora con Richard Siegal e con l’Ircam/Centre Pompidou di Parigi. È docente di composizione elettroacustica all’Università della Franche-Comté e al Conservatorio di Montbeliard.

Il progetto SQUARE

SQUARE è un’installazione nata da un progetto di ricerca effettuato nel 2016/17 durante la residenza artistica di Lorenzo Bianchi Hoesch all’Ircam/Centre Pompidou, a Parigi. La ricerca nella quale SQUAEW si iscrive si intitola Proxemic Fields e ha per oggetto le installazioni interattive sociali e partecipative. Due grandi punti di partenza sono: da un lato la spazializzazione del suono in cuffia, attraverso un sistema olofonico e registrazioni binaurali, capace di riprodurre uno spazio acustico tridimensionale ed estremamente realistico, dall’altro l’utilizzo di tecnologie “domestiche”, come tablet e smartphone, in qualche modo snaturandole o allargandone il campo d’azione. Si tratta quindi di un’installazione “partecipativa” nella quale il pubblico è immerso in un universo sonoro ambiguo, dove è difficile separare il reale dall’immaginario. In cuffia si vive una sorta di alter-realtà, basata su una traslazione di luoghi e di tempi. È come se il luogo stesso avesse una sua memoria, che attraverso il suono rivive e attraverso l’ascolto si mescola con il presente. Il pubblico, munito del proprio smartphone e cuffietta, si connette a un sito attraverso il network 3G/4G: tutti coloro che si connettono ascoltano i medesimi suoni e, in mezzo a persone che non sono consapevoli di nulla, camminano guidati da una voce “off” semplice ed essenziale, che dà istruzioni e spiega la drammaturgia. È una voce fuori campo, che ci guida verso un ascolto preciso e molto personale alla scoperta del suono e dello spazio urbano. Ciò che vediamo, quindi, la realtà che ci circonda, è manipolata, condizionata, cambiata dal suono. È un’esperienza contemplativa e in un certo modo paradossalmente cinematografica, anche se la parte visiva in questo caso è il reale (e ha a che fare con il viaggio). SQUARE è quindi una installazione che nasce strettamente nello spazio per cui è concepita e che non può essere trasportata altrove senza essere interamente ripensata e ri-realizzata. Ogni volta, quindi, dà luogo a una nuova opera e creazione.
Square#1 (lingua francese con sottotetto in inglese)
La prima versione è stata in piazza Stravinsky a Parigi, a fianco del Centre Pompidou. Prevedeva un percorso intorno alla piazza, un passaggio nella chiesa Saint Merry e un giro più ampio nel quartiere.
Square#2 (lingua francese con sottotetto in inglese)
Una seconda versione nasce per rispondere a una commissione del Centre Pompidou e si pone interamente all’interno della sua collezione permanente. Si tratta, in questo caso, di una sorta di finta visita guidata alla collezione che, passando per le opere di Nauman o Beuys, culmina sulla terrazza del museo con una vista meravigliosa che abbraccia tutta la città di Parigi. La residenza artistica all’Ircam/Centre Pompidou si é svolta all’interno del progetto europeo CO.SI.MA. (Collaborative Situated Media).
Square#3 (lingua italiana e tedesca)
Realizzato per Bolzano Danza, all’interno del Parco Tecnologico NOI.

The event is finished.

Tags:

Data

18 - 19 Mag 2021
Expired!

Ora

All Day

Luogo

Lavanderia a Vapore
Collegno (TO)
Quello che ci muove

Stagione

Quello che ci muove

Prossimo avvenimento