CRY VIOLET

coreografia, performance, costumi Ginevra Panzetti / Enrico Ticconi
composizione sonora Teho Teardo
video Sergio Salomone
Illustrazione grafica Ginevra Panzetti
originariamente creato all’interno di Esplorazioni un progetto di Triennale Milano
in collaborazione con Volvo Car Italia
con il supporto di Lavanderia a Vapore / Piemonte dal Vivo

 

CRY VIOLET nasce come intervento performativo creato sulla composizione sonora proposta dal musicista Teho Teardo. Utilizzando un codice gestuale che ritrae espressioni di dolore e vergogna ispirate all’iconografia del peccato originale, viene messo in luce l’espediente umano di espiare il proprio senso di colpa attraverso pratiche che tentano di recuperare l’avvenuto danno ambientale o, in altro modo, di celarlo.
Diffusi fenomeni come quello del greenwashing, rappresentano invero pratiche ingannevoli che eludono una reale soluzione ai danni che l’azione umana ha provocato sull’ambiente. Le azioni, come quella del pulire, si fondono al pianto. In questo contesto, un oggetto comune come un panno o un fazzoletto trasforma la sua funzione da strumento di pulizia a elemento che accoglie il dolore, assorbe le lacrime. Ricordando il reiterato e fallace gesto di Lady Macbeth nel perpetuo tentativo di cancellare dalle mani il segno della colpa, le due figure ricalcano la meccanicità espiatoria del pulire e occultare. È in questo limbo tra tentativo reale o di facciata di recuperare al danno provocato che Cry Violet prende forma, in una mutevole complicità tra l’estetizzazione di una colpa e l’atto di risolverla o celarla, fino a trasformare essa stessa in materia accattivante, ammiccante, pubblicitaria.
L’immagine del fiore estinto noto come Cry Violet fa da sfondo all’azione attraverso il video realizzato da Sergio Salomone manifestandosi come vortice di un dramma catastrofico quanto rigenerativo.
Il lavoro è stato presentato per la prima volta a novembre 2023 a Milano all’interno del progetto Esplorazioni, in collaborazione con Triennale Milano e Volvo Studio Milano. La Lavanderia, che ha già ospitato la prima fase di elaborazione del lavoro, vede i due artisti nuovamente impegnati in una fase di approfondimento e recupero delle linee guida della ricerca, per esplorare nuove potenzialità e scolpire una proposte performativa più solida.
Ph. Davide Ambroggio
  • 00

    giorni

  • 00

    ore

  • 00

    minuti

  • 00

    secondi

Data

08 - 11 Apr 2024

Ora

All Day

Luogo

Lavanderia a Vapore
Collegno (TO)
Categoria
Informazioni

estdahl@lavanderiaavapore.eu

Prossime occorrenze