Home https://www.lavanderiaavapore.eu/archivio/ Ascolto pubblico · PRENDERE CORPO | Media Dance

Ascolto pubblico · PRENDERE CORPO | Media Dance

esito della residenza d’artista a scuola
rivolta a
I.I.S. Amaldi Sraffa (Orbassano)

ideazione, curatela e conduzione Viviana Gravano, Giulia Grechi e Salvo Lombardo (Chiasma)
all’interno del progetto di sperimentazione Media Dance (annualità 2020/2021)

Momento conclusivo, con studenti e insegnanti, del percorso di ricerca di Salvo Lombardo. L’appuntamento, in diretta dalla Lavanderia a Vapore e trasmesso da Radio Banda Larga, in concomitanza con la Giornata mondiale della diversità culturale per il dialogo e lo sviluppo, rientra nell’ambito della ricerca sui nuovi formati, proponendo un’inedita modalità di incontro con il progetto performativo svolto in seno alla dimensione scolastica. Un’opportunità per ascoltare finalmente la voce delle giovani generazioni, che meditano su importanti questioni al centro del dibattito socio-culturale internazionale. La trasmissione pubblica dei podcast realizzati sarà accompagnata da un talk cui prenderanno parte le curatrici e il curatore del workshop, Mara Loro (area Innovazione e Ricerca | Lavanderia a Vapore) e Alessandro Tollari (docente dell’I.I.S. Amaldi Sraffa di Orbassano)

Il laboratorio PRENDERE CORPO, curato da Salvo Lombardo, Giulia Grechi e Viviana Gravano, si è sviluppato tra marzo, aprile e maggio 2021 con studenti e studentesse adolescenti dell’I.I.S. Amaldi Sraffa di Orbassano, indagando temi urgenti che attraversano in maniera differente tutte le culture nel mondo: le rappresentazioni di genere e la presenza dei corpi nello spazio pubblico. Il percorso ha prodotto un podcast composto da 8 episodi – tutti realizzati dagli studenti – che mettono in risalto l’importanza del dialogo e del superamento di qualsiasi forma di stereotipo e stigmatizzazione culturale. La rappresentazione del femminile, così come questioni essenziali come la diffusione della mascolinità tossica, o tutte le forme di omo-transfobia sono legate a doppio filo con tutte le altre forme di razzismo, di razzializzazione e di marginalizzazione culturale, diffuse in molti luoghi e culture del mondo. La battaglia per i diritti delle persone LGBTQ+, la lotta contro la violenza sulle donne e i femminicidi, la decostruzione dei paradigmi della mascolinità tossica, sono battaglie interculturali che pongono in relazione tutte le culture a livello ormai globale.
Il 21 maggio, dalle ore 11 alle ore 13, sarà possibile ascoltare per la prima volta, in maniera condivisa, questi podcast: una chiamata al pubblico che vedrà presenti alla Lavanderia a Vapore Salvo Lombardo, Giulia Grechi, Viviana Gravano, insieme a docenti e rappresentanti delle istituzioni; in collegamento via Zoom, gli studenti dell’I.I.S. Amaldi Sraffa e, per tutti, una diffusione in streaming sui canali di Radio Banda Larga: https://rbl.media/.
Riascolta qui:

 

Episodi del podcast

1. Erika Giovenale – Beatrice Netti: NON SIAMO OGGETTI
Episodio sulla violenza sulle donne, con un piccolo inserto di una “intervista immaginaria” a Gessica Notaro, attivista contro la violenza alle donne e vittima dell’assalto del suo ex fidanzato con l’acido, tratta dalla trasmissione “Vieni da me” (2 ottobre 2019). Il podcast si chiude con le ragazze che recitano la canzone di Mia Martini “Donna” del 1982 e poi se ne sente solo qualche nota originale cantata dalla Martini.
2. Ambra Cavalluzzo – Irene Greco – Riccardo Rossetto: PROTOTIPI?
Episodio sul Body Shaming, citando il caso dell’attrice Vanessa Incontrada che si è schierata contro le stereotipizzazioni del corpo femminile. Intervista immaginaria con la cantautrice statunitense Billie Eilish, con brani tratti dal suo corto “Not my responsability” (2021), e a seguire versione italiana della canzone degli Idles “Samaritans” (2018), tradotta e cantata dallo studente Riccardo Rossetto.
3. Giulia Arduino – Elena Dotta – Ginevra Testa: NONNISTYLES
Interviste delle tre ragazze ai propri nonni e nonne su uomini che scelgono di vestirsi da donna. Parte finale dell’intervista sul “caso” di Achille Lauro al Festival di Sanremo 2020. La conversazione ha come tappeto sonoro la canzone di Harry Styles “Golden” (2019)
4. Filippo Manzone – Federica Spataro – Davide Vecchi: TACCHI E CRAVATTA
Intervista reale all’ingegnere statunitense Mark Bryan, un uomo eterosessuale, sposato con figli, che da anni indossa vestiti femminili come gonne e scarpe tacco 12. Considerazioni degli studenti sulla libertà di manifestarsi come si desidera, in relazione alla propria visione del genere.
5. Sara Chiriatti – Alice Franco – Giulio Tiozzo: PATOLOGIA versus AMORE
Episodio sull’omofobia. All’inizio dialogo tra i tre studenti con la voce fuori campo di una quarta persona, inventata e incisa dagli studenti stessi, che fa commenti omofobi sul loro dialogo. Intervista con il regista Luca Guadagnino sul suo film “Chiamami con il tuo nome” (2018) e all’attore Pietro Turano protagonista della fiction Netflix “Skam Italia” (2018).
6. Mirko Buoso – Jacopo Calanni – Emanuele Lalario: (S)HE
Episodio sulla transfobia. Gli studenti fanno un loro dialogo sul tema e poi intervistano due ragazzi transessuali che hanno già terminato o stanno per terminare la loro transizione: Lorenzo e Noah.
7. Alice Alberti – Lara Amerio: WOMAN UP
Episodio sulla affermazione della donna nel mondo con una intervista immaginaria alla modella e influencer Chiara Ferragni, realizzata traendo le sue risposte dal documentario “Chiara Ferragni Unposted” di Chiara Amoruso del 2019
8. Federico Giacometti – Simone Mazzetto: PUNTI DI VISTA
Episodio che parla di due opere d’arte che hanno messo radicalmente in discussione la relazione tra corpo e spazio pubblico: The weather project di Olafur Eliasson e Bodies in urban spaces di Will Dorner.

The event is finished.

Data

21 Mag 2021
Expired!

Ora

11:00 am - 1:00 pm

Maggiori informazioni

MEDIA DANCE

Luogo

Lavanderia a Vapore
Collegno (TO)

ph. Margherita Masè

Quello che ci muove

Stagione

Quello che ci muove
MEDIA DANCE